Se, come tutti gli imprenditori, ti sei mai chiesto come puoi portare la tua azienda ad un altro livello, allora avrai certamente incontrato, su internet, in qualche corso, o in qualche libro, il termine “scalabilità”.

Un concetto tanto interessante quanto difficile da applicare, perché si riferisce alla capacità di aumentare i ricavi senza aumentare i costi.

Questa capacità di scalare il proprio business è fondamentale nel medio periodo, perché permette di generare un surplus di ricavi a supporto della crescita: è questo il segreto degli imprenditori illuminati, che sanno far crescere le proprie aziende in modo esponenziale.

Vediamo quindi i tre aspetti fondamentali per creare un’azienda scalabile!

1 – Crea un brand accattivante

Quasi nessuno parla di branding e scalabilità, eppure sono due discipline fortemente legate.

In soldoni, se la tua azienda non ha appeal nel mercato, perché il design del tuo logo non è ben unico, perché la promessa del brand è generica ( o, peggio, perché manca del tutto), non riuscirai a sfruttare al meglio la pubblicità. Molte, moltissime volte, vedo aziende con prodotti e servizi di gran lunga migliori dei competitor, ma che perdono perché non hanno mai investito tempo nello sviluppo del brand.

Quindi, che fare? Cerca un esperto di marketing, e magari evita i guru!

2 – Lavora sul tuo personale

Meglio un dipendente in meno, ma che sia disposto a fare gli straordinari, piuttosto che due dipendenti in più che non vedono l’ora di tornare a casa.

Perchè? Perché per crescere ti servono soldi, e (se non li hai già) devi concederti il tempo di auto-generarli. E il reparto che può diventare il più costoso di tutta l’azienda è il reparto produttivo.

Inattenzioni, imprecisioni, mancanza di motivazione o di tatto con i clienti possono essere dei freni invisibili alla crescita della tua impresa: causano perdite di tempo, consegne non conformi, richieste di garanzia e molte altre piaghe.

Quindi, prima di procedere con la selezione del personale, chiediti:

  • Sono davvero sicuro di non riuscire a farcela con le risorse di oggi?
  • Quanto tempo sto pagando ai miei dipendenti per attività che potrebbero essere automatizzate?
  • Riuscirò a dedicare il giusto tempo per formare il nuovo personale?
  • Quali strumenti potrei acquistare per semplificare la vita dei miei collaboratori?

3 – Sfrutta tutta la tecnologia che riesci a trovare

Il concetto di base è molto semplice:

il software lo paghi una volta sola (al netto dei costi di mantenimento) e lo sfrutti per tutta la vita.

Sembra una massima di Sun Tzu, invece è la colonna portante del concetto di scalabilità, perché trasforma un costo ricorrente in un costo una tantum, e permette di liberare tempo (quindi denaro) sui processi unitari.

Ricordati sempre che il fatturato non è rilevante, quello che conta è il margine unitario di ogni singolo prodotto o servizio che vendi.

Ad esempio, un nostro cliente ha ottenuto un risparmio di tempo del 72% nel processo fondamentale della sua azienda, passando da una media di un’ora e quarantacinque minuti ad un totale di soli venti minuti per volta. In questo modo è riuscito ad aumentare il personale produttivo senza dover cambiare gli uffici, e senza dover assumere altri impiegati, perché ha semplicemente aumentato i margini.

In conclusione

Non pensare che creare scalabilità sia una questione di grandi strategie, ore e ore di riunioni, milioni di euro investiti o altro.

Magari ti basta prendere tutti i processi della tua impresa e chiederti: “Cosa posso automatizzare?”.

Se poi vuoi affidarti a degli esperti, che prendano per mano la tua azienda e realizzino un software su misura per te, semplicissimo da usare e centralizzato, guarda i nostri video!

 

A presto,

Filippo Biasiolo.

 

Scopri di più!